16 Luglio 2022

I copertoncini da 28 sono più scorrevoli?

Potremmo parlare di marketing oppure potremmo semplicemente parlare di come la misura del battistrada si sia evoluta nel tempo. Una sequenza diacronica che ha senza ombra di dubbio portato dei vantaggi sul comfort in sella passando negli anni ad una sezione sempre maggiore dei copertoncini/tubolari/tubeless per biciclette da corsa.

Partiamo dal Marketing.

Si sente spesso parlare di obsolescenza programmata nel mondo della tecnologia. Elettrodomestici che non funzionano dopo un certo periodo di tempo e smart phone che diventano troppo lenti per stare al passo con i nuovi upgrade del sistema informatico installato. Ma tutto questo è applicabile anche al copertoncino della nostra bicicletta da corsa?

I copertoncini da 28 mm  

I copertoncini ed i tubolari sono quelli che potremmo definire materiale di consumo (ovvero si cambia per usura) e di conseguenza che l’azienda venda un copertoncino da 28 o da 25 poco importa a livello di marketing. Il discorso è leggermente diverso se rivolgiamo lo sguardo su  bicicletta e cerchio. Non è detto che entrambi siano in grado di ospitare un copertoncino da 28.

Se avete acquistato una bicicletta con freni a disco allora potete montare un copertoncino di sezione maggiore, diversamente bisognerà controllare il passaggio forcella e freni.

Quindi a nostro avviso l’introduzione e l’utilizzo sempre più marcato dei copertoncini da 28 mm non è una strategia commerciale per obbligare gli appassionati a fare un upgrade.

Ma il copertoncino da 28 è più scorrevole di quello da 25?

Alcuni studi dimostrano di sì a patto che la strada sia dissestata. La maggior impronta a terra lasciata dal copertoncino incide sul comfort e sulla sicurezza di guida. A parità di manto stradale come ad esempio un acciottolato il copertoncino da 28 avrà sicuramente la meglio su quello da 25 ma le cose cambiano se parliamo di asfalto ben conservato.

Da appassionati ciclisti abbiamo avuto il piacere di pedalare con diverse tipologie di pneumatici passando dai tubolari con sezione da 28 mm a quelli con sezioni da 25 per poi riprovare il classico copertoncino da 25 mm. Il tubolare da 28 mm regala una maggiore stabilità, una confidenza maggiore in curva e molto comfort agevolato da pressione inferiore di gonfiaggio rispetto a quello da 25 mm. Per testare la differenza abbiamo montato sullo stesso cerchio tubolari con sezione da 25. 

La rapidità di scatto in salita ed in pianura, grazie alla maggior pressione di gonfiaggio ha reso la bicicletta maggiormente reattiva e scattante regalandoci anche una media maggiore dello stesso giro ed una sensazione di pedalata meno appesantita.

Se non vi interessa la velocità media, non fate competizioni ed amate il comfort allora la sezione da 28 è la scelta da prediligere, ma se siete competitivi e pedalate su manti stradali ben conservati allora quella da 25 sembrerebbe più adatta. Non solo, ovviamente un copertoncino da 28 mm per chi ama la leggerezza risulterà più pesante rispetto a quello da 25 mm.

Se prendiamo ad esempio la tabella del produttore Continental potremo notare come un copertoncino con sezione da 28 mm sia più pesante di 30 grammi rispetto uno con sezione da 25 mm. Un incremento di ben 60 grammi per la nostra bicicletta.

Considerando che per risparmiare grammi si possono spendere anche centinaia di euro in più per un componente della bicicletta più leggero in carbonio, dovremo valutare bene tutti i pro ed i contro.

Pro e contro del copertoncino da 28 mm

Pro

  • Confortevole
  • Maggiore sicurezza in curva
  • Pressione di gonfiaggio inferiore
  • Scorrevolezza su manti stradali sconnessi

Contro

  • Più pesante
  • Meno scorrevole su asfalto ben tenuto rispetto alla sezione inferiore
Blog
About Donald

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *